Pubblicato da: amed73 | maggio 29, 2014

A proposito del mio lavoro e di marketing…….

A pochi sarà sfuggito il proliferare di agenzie di marketing. Social o old style pare che molte persone oggi sappiano come vendere, targattizzare, fidelizzare ma soprattutto fare soldi vendendo idee che loro non realizzano o migliorare il tuo lavoro senza sapere da che parte iniziare prima del miglioramento.

A chi invece si butta in un progetto e cerca di di tirarci fuori da vivere alcune di queste persone sono molto utili, anche se in maniera diversa da come vorrebbero.

I gestori di b&b mi potranno confermare di essere tempestati di richieste di iscrizioni a portali più o meno famosi che con mezzi di marketing spiccioli tentano di dimostrare, nello spazio di una email, che digitando una parola chiave da loro suggerita sono i primi su google il più famoso motore di ricerca. Sulla base di questa oppure di altre informazioni fornite da loro unilateralmente chiedono soldi per essere presente sui loro portali e quindi essere visibili e prenotabili.

E così la rivista luimagazine, riviste di motociclismo, portali che ti riempiono il b&b di Svizzeri, Tedeschi, Russi (come fossero mandrie di pecore in transumanza), e  i sempre in voga portali di bed and breakfast (ce ne saranno venti con nome pressoché uguale se non per un punto o un under score di differenza)  per avere visibilità sul proprio sito ti chiedono cifre che variano dai 50 ai 500 euro annui. Ovviamente taciti rinnovi nella maggior parte dei casi.

Discorso a parte per i più famosi Expedia, Booking, Lateroom, Tripadvisor. Discorso che se questo articolo verrà letto da almeno 10 persone sarò lieto di affrontare nel prossimo.

Le guide serie invece, Lonely Planet, Touring Club, Michelin (“La guida verde” nel mio caso), le guide di Peter Amann (in Germania molto popolari), alcuni pubblicazioni di Repubblica o della rivista Dove, mandano personale qualificato che prenota, viene, paga, e nella maggior parte dei casi non si presenta neanche. Qualcuno forse non viene e copia ok, ma non chiedono soldi perché poi vendono i loro lavori al pubblico. Ovviamente ce ne sono altri io parlo di esperienza  diretta.

Tornando ai nostri amici miglioratori ed esperti di marketing quest’anno ho deciso di aderire al sito sponsorizzato dalla FIAB (federazione italiana amici della bici) al prezzo di Euro 80. E così ho la mia targhetta e un posto sulla loro  guida che dice che sono amico dei ciclisti e farò loro lo sconto, ho posto per le loro bici e un’officina per le riparazioni. Loro si fidano molto di me perché nessuno è venuto a controllare, e di questo sono contento, della fiducia intendo. Per ora  neanche un amico della bici è passato di qua ma arriveranno, credo….almeno…no no arriveranno.

La rivista  bikeitalia invece offre pacchetti da 100 fino a 300 euro e mi sono permesso di chiedere alla persona che mi ha contattato un anno di prova gratuita. Per non dire sempre di no. Perché a me la bici piace davvero ma quest’anno ho speso già troppo in promozione. Ovviamente mi aspettavo che la risposta sarebbe stata negativa ma magari si poteva aprire un dialogo, una conoscenza reciproca, vorranno sapere che struttura mettono sul loro sitoweb o sulla loro rivista. E infatti è stata negativa, ma ecco la genialità che salta fuori quando meno te lo aspetti, quando non credevi l’interlocutore all’altezza. E infatti mi rispondo un’altro incaricato marketing della rivista (forse il superiore) ha aggiunto a un semplice no, grazie non possiamo, una frase che mi è sembrata geniale. La mail dice così:

“Purtroppo non ci è possibile accettare formule differenti da quelle previste all’interno della proposta che le abbiamo precedentemente inviato.
Anche lei, d’altronde, non mi permetterebbe mai di farmi dormire per una notte gratuitamente nel suo b&b per testare il prodotto.”

Ovviamente il paragone, va da sé, è campato in aria, è una cacata come comparare un albero a un frutto, una bevanda a un cibo. Ma mi ha fatto venire un’idea.

Ve la dico presto.

…..testare il prodotto….ma pensa te, manco fossi un deodorante, un’automobile, un sofficino, testare il prodotto nun se po’ sentì

 

Annunci

Responses

  1. A proposito del mio lavoro e di marketing…….e quindi cosa hai pensato??? condivido completamente!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: